LAM Italia al Corso di Patologia Pleuro-Polmonare, Verona 16-18 Aprile 2013

Si é svolto a Verona dal 16 al 18 Aprile 2013 presso l'Istituto di Anatomia Patologia del Policlinico G.B. Rossi di Verona il corso di patologia pleuro-polmonare. Il corso ha esaminato i più recenti sviluppi della ricerca sulla patologia polmonare nei suoi vari aspetti. In particolare per quanto riguarda la LAM abbiamo affrontato non solo gli aspetti prettamente scientifici ma anche l'importanza delle malattie rare nel loro complesso. Tanto dal punto di vista legislativo che normativo. L'importanza delle associazioni di pazienti è vitale per favorire los tudio delle malattie rare. La LAM Foundation americana e la LAM Italia Onlus sono esempi straordinari di come una associazione indipendente, anche numericamente esigua, può incidere sulla diffusione di informazioni e stimolare le ricerche mirate atte a trovare un supporto terapeutico.
E' nostra intenzione promuovere, insieme a LAM Italia, una banca dati e banca tessuti LAM presso la Università di Verona, Istituto di Anatomia Patologica. E' per questo necessaria la collaborazione di tutti perchè nelle malattie rare è assolutamente vitale creare una rete che permetta una raccolta adeguata di casi.
Il nodo centrale di tutte le malattie rare è proprio questo: creare una rete.

 

Franco Bonetti

 

Per scaricare il Programma del Corso clicca qui: Programma


Il Dottore Franco Bonetti é Professore di Anatomia Patologica presso l' Università di Verona. Da circa 30 anni si interessa della LAM. Insieme a Maurizio Pea e Guido Martignoni ha descritto per la prima volta le caratteristiche morfo-fenotipiche delle cellule della LAM e in particolare la loro distinta positività per un marcatore melanocitario: HMB45.
Successivamente hanno elaborato il concetto di una famiglia di tumori composti da una cellula particolare (PEC: Perivascular Epithelioid Cell) che unisce varie lesioni come l'Angiomiolipoma, la LAM, il tumore a cellule chiare del polmone e i PEComi. Questi dati sono la base per un corretto approccio diagnostico e per una terapia mirata.
Numerosi studi successivi di vari autori hanno confermato questi dati che sono ora riconosciuti dalla bibliografia ufficiale della Organizzazione Mondiale della Salute.

 

 

Professore Franco Bonetti