Rinascita dopo il trapianto

Sono affetta da più di 20 anni dalla LAM, che mi ha colpito anche a livello ginecologico e addominale. Infatti ho subito una ovariectomia bilaterale molti anni fa. Sono stata inserita in lista d'attesa per trapianto bipolmonare 13 anni fa e durante questo periodo sono stata chiamata per l'intervento 6 volte, ma purtroppo gli organi, una volta espiantati, non erano idonei. Finalmente il 29 marzo scorso sono stata operata al Policlinico S. Matteo di Pavia e tutto è andato bene. Dopo 13 ore d'intervento e 4 giorni in sala di rianimazione, sono stata trasferita nei reparti di cardiochirurgia e in seguito di pneumologia. Poiché la fase post-operatoria procedeva nel migliore dei modi, dopo solo 5 settimane sono tornata a casa.E da quel giorno è iniziata la mia seconda vita! Con più fatica nei primi tempi, pian piano le forze sono tornate insieme ad un entusiasmo ed una gioia incontenibili!!! Dopo anni di fatiche, di limitazioni, di tribolazioni finalmente sono tornata a camminare, salire scale e muovermi come desidero... Non c'è giorno in cui non pensi a quella persona che con grande generosità ha reso possibile la mia rinascita. So che molte persone che leggeranno queste poche righe penseranno di riuscire a trovare una soluzione migliore e meno invasiva per la cura della LAM, ed io lo auguro con tutto il cuore a ciascuna di loro, ma credete quando la situazione è ormai disperata, come lo era la mia, il trapianto è veramente la possibilità di tornare a vivere.

 

Un caro saluto a tutte

 

Roberta Lietti