Nuovi studi promettenti della d.ssa Judy Black in Australia

In  Australia nuovi studi promettenti stanno per essere  condotti dalla d.ssa Judy Black e dal suo team al Woolcock Institute.
Il Cell Biology Group sta conducendo ricerche specifiche sulla cellula LAM. Questo gruppo di ricerca con il supporto del CRC nel 2008 ha fatto un' importante scoperta che consisteva nell' individuazione e nella clonazione di una molecola (ora chiamata LAMstatin) che è presente nei polmoni sani.
Questa molecola blocca la crescita delle cellule  LAM e la crescita eccessiva dei vasi linfatici, ma è assente nei polmoni di pazienti affetti da LAM.
Studiare il modo in cui funziona la LAMstatin aiuta i ricercatori australiani a capire come fermare la progressione della malattia. Questa scoperta ha portato il team di ricerca australiano più vicino all' obiettivo di capire dove hanno origine le cellule LAM, come si dividono e come migrano.
Il gruppo spera di arrivare ad un trattamento, indagando anche le analogie della LAM con altre malattie piu' comuni quali il cancro. Il Leader di questa ricerca é la Prof.ssa Judy Black che dice "siamo una squadra molto appassionata di ricercatori. In Australia i pazienti affetti da LAM che si sottopongono a trapianto di polmone sono molto interessati alla nostra ricerca e hanno donato i loro polmoni al nostro laboratorio di ricerca. La disponibilità di tali tessuti é preziosa per noi perché apre la strada a nuove possibili ricerche sulla malattia. Proprio il mese scorso, quando un polmone LAM ci è arrivato in laboratorio, tutto il nostro gruppo immediatamente ha dirottato la propria attenzione ad esso. Attualmente ci sono circa 70 pazienti Lam in Australia" dice la professoressa Judy Black.  E' importante che anche in Italia si crei una reta di raccolta dei tessuti lam, affinché gli stessi non vadano sprecati ed arrivino in tempi ai centri di ricerca specializzati nella lam, afferma Iris Bassi, Presidente dell'Associazione LAM Italia Onlus.